recensioni

REVIEW PARTY: ZETAFOBIA

REVIEW PARTY

Gualtiero Ferrari, Zetafobia, Delos Digital

Collana Odissea Digital Fantascienza a cura di Silvio Sosio

L’AUTORE

Gualtiero Ferrari nasce a Torino nel 1970. Sposato, con un figlio quattordicenne, cresce e vive in questa splendida città, salvo trasferirsi alcuni anni all’estero, per motivi di studio e di lavoro. Parla fluentemente l’inglese, il francese e quel minimo di tedesco necessario a ordinare del cibo caldo e una birra fresca. Di formazione economico-scientifica, più che umanistica, si è avvicinato alla lettura nel corso dell’adolescenza e si è rifugiato nella scrittura, ormai adulto, durante un difficile periodo personale. Attualmente lavora presso un’azienda di meccanica di precisione, Zetafobia è il suo primo romanzo.

LA TRAMA

Non è il sud degli Stati Uniti, non è il Messico: è la provincia di Torino. L’apocalisse zombie questa volta è proprio sotto casa sua.

I furti negli appartamenti. La crisi economica. La scarsa affidabilità dei conti bancari. E ora anche una nuova epidemia: lui ribatte colpo su colpo, cercando di proteggere sé stesso e la sua famiglia come può. Ormai vive dentro un bunker, ha armi e provviste per resistere anche a lungo. Lo definirebbero un fanatico, forse anche uno psicopatico. Ma quando viene il momento, quando la nuova epidemia si rivela qualcosa di molto più grave di quanto si pensasse, lui è l’unico davvero pronto. E anche così vede i sorci verdi. Perché sembra facile quando l’apocalisse zombie la vedi in un film, nelle grandi pianure degli Stati Uniti. Ma quando ce l’hai in casa, alla periferia di Torino, ti accorgi che sono mille le cose che possono andare storte.

LA RECENSIONE

“Uccidimi!” ringhia.

Esito.

“Spara, coglione!” insiste.

Lo stomaco brucia, quasi avessi bevuto l’acido esausto della batteria di un camion. Il conato è così fulmineo che a stento ributto la bile in gola.

Non sono un assassino a sangue freddo, penso puntandogli la Beretta M9 dritta in faccia. Mi toglie dall’imbarazzo: snuda i denti e attacca.

Un’influenza aviaria anomala e particolarmente aggressiva causa decine di migliaia di decessi in pochissimo tempo in tutto il mondo. A Torino, l’esistenza di Domenico e della sua famiglia viene stravolta da un giorno all’altro: non si può uscire, i viveri scarseggiano e amici e conoscenti spariscono da un giorno all’altro. Ma quello che Domenico e la sua famiglia ancora non sanno è che questa influenza aviaria è molto più grave di quanto potessero immaginare.

In “Zetafobia”, Gualtiero Ferrari propone una rivisitazione nostrana di un grande classico letterario e cinematografico: quello dell’apocalisse zombie. L’autore ambienta la vicenda a Torino e inserisce come protagonista un’ordinaria famiglia composta da tre persone. Attraverso il punto di vista di Domenico, voce narrante dell’intera vicenda, osserviamo come il loro quotidiano venga sconvolto da un giorno all’altro e di quali e quante misure di sostentamento la sua famiglia sia costretta a fare ricorso, nel bene e nel male. Nessuno è infatti un eroe in questo romanzo: ognuno cerca di fare del proprio meglio e di prendere le decisioni migliori, anche se talvolta si rivelano essere la scelta sbagliata.

Con un ritmo serrato e un con uno stile crudo ed essenziale, Gualtiero Ferrari firma un romanzo action angosciante e claustrofobico, con numerosi ed evidenti parallelismi con la situazione odierna internazionale. Il susseguirsi di colpi di scena incalzanti e il crescendo ansiogeno – il tutto permeato da una buona dose di ironia nerissima da parte di Domenico – fanno di “Zetafobia” un romanzo ideale per tutti gli appassionati del genere “apocalissi zombie”.

Acquista “Zetafobia” su Amazon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...